La mia Italia vanta senz’altro una tra le cucine più varie del mondo. Eppure percorrendo 3000 km lungo il Sudafrica abbiamo scoperto un altro paese ricchissimo di ingredienti, sapori e profumi.

Partivamo consapevoli che quella sudafricana è zona di grandi vigneti, molti dei quali gestiti da europei che se ne sono innamorati e vi hanno trasferito la propria attivitá, producendo ottimi vini.

Le Winelands, ogni anno meta per moltissimi sommelier di tutto il mondo, accolgono con immense aziende vinicole. Noi abbiamo scelto l’Asara Wine Resort di Stellenbosch, dove al risveglio in una suite tra le piú romantiche ci siamo concessi una degustazione di vini locali di alto pregio.

Ma il Sudafrica ci ha sorpreso soprattutto dal punto di vista gastronomico: pesce e carne di alta qualità, cucinati a volte con le spezie tipiche della zona, altre volte lasciati invece con il loro sapore originale e accompagnati semplicemente da riso bollito, banane o purea di patate.

Abbiamo cenato in ristoranti di lusso come il Serendipity di Wilderness spendendo davvero una somma ridicola se paragonata alla qualitá del cibo e del servizio.

Abbiamo mangiato pesce fresco e piatti ricercati in ambienti molto eleganti pur trovandosi all’interno di un centro commerciale come il Baia Seafood del Waterfront.

Non ci siamo certamente fatti mancare i tipici ristoranti africani, dove la cena à accompagnata da musica di bonghi in sottofondo, come al Mama Africa, fino a sporcarci letteralmente le mani in una perla etiope come l’Addis in Cape.

Una delle esperienze piú straordinarie che abbiamo vissuto è stata senza dubbio la cena al Sea Gipsy Cafè di Mossel Bay, un ristorante ricavato all’interno di una vera e propria baracca nel porto, dove viene servito il pesce fresco del giorno a tavoli di legno imbrattati di racconti e firme di chi da lì ci è giá passato, il tutto rigorosamente a lume di candela.

Se vi trovate nei dintorni di Strand, non vi siete svegliati presto e l’orario è più vicino a quello del brunch piuttosto che alla colazione, fate tappa al Pajamas&Jam Eatery, che con la sua atmosfera un pó vintage, le sue piastre roventi con bacon e uova e i suoi dolci ipercalorici vi fará iniziare al meglio la giornata.

Quando avete giá percorso tanti km e prima di arrivare a destinazione avete voglia di una buona merenda lontana dai posti piú turistici, armatevi di coraggio e dirigetevi al Blue Shed Coffee di Mossel Bay. Non lasciatevi ingannare dall’apparenza: appena entrati vi dimenticherete di essere in un locale costruito con lamiere e penserete solo a fare il pieno di energie con uno dei tanti thè che propongono e una fetta di torta alta quasi quanto la tazza del vostro the.

You can’t lose it: il Bobotie, una “mattonella” di carne trita speziata e ricoperta da uno strato di uovo.

Insomma, il Sudafrica è davvero una terra da vivere e gustare! Just go and enjoy it!